Un lavandino intasato è solitamente un problema che puoi risolvere facilmente, senza chiamare un idraulico. Ecco i nostri migliori consigli per sbloccare rapidamente il lavandino.

Ferma la goccia

L’ideale, ovviamente, è trovare rapidamente una soluzione definitiva. Ma, mentre aspetti l’arrivo dell’idraulico, puoi fermare il rumore che gocciola legando uno spesso filo di lana all’estremità del  rubinetto .  Lascia che penda sul fondo del lavandino.

Lotta contro gli ingorghi

Un lavandino intasato

Il tuo lavandino sembra intasato? Far bollire prima l’acqua e versarla lentamente per pulire i tubi. Aggiungere i cristalli di soda se lo si desidera e lasciare agire per 30 minuti prima di risciacquare. Per precauzione, ripetere questa operazione due volte al mese.

Scegli il rubinetto giusto

Se il lavandino è posizionato davanti a una finestra, considera il rubinetto a scomparsa. Quelli con doccetta facilitano il risciacquo delle stoviglie e del lavello.

Attenti al grasso

Avanzi di cibo nel lavandino

Il grasso è uno degli alimenti più pericolosi per gli  scarichi .   Liquido a caldo, solidifica per effetto del freddo e può formare grossi tappi. Meglio raccoglierlo, farlo indurire e buttarlo nella spazzatura.

Neutralizza i cattivi odori

Per evitare questo inconveniente quando salgono i tubi, versare regolarmente due litri di acqua molto calda (possibilmente bollente), con l’aggiunta di 200 g di sale grosso. È radicale. Anche il bicarbonato di sodio o  i fondi di caffè  sono buoni rimedi.

Altri hack casalinghi che sono di grande aiuto

I fondi di caffè come prevenzione

Per prevenire l’emanazione di cattivi odori nei tubi della doccia, della vasca da bagno, del lavabo o del lavandino, versate regolarmente un cucchiaio di fondi di caffè, poi un po’ di acqua calda. (una volta al mese è l’ideale)

Cristalli di soda in intervento

Se dai tubi escono odori sgradevoli, versa in un bicchiere di cristalli di soda, quindi mezzo litro di acqua molto calda. Lasciare in posa per un’ora, quindi risciacquare abbondantemente. Infine versate un bicchiere di aceto bianco.

Pescare gioielli

disastro! Hai appena lasciato cadere la tua fede nuziale o gli orecchini nel lavandino del bagno o nel lavello della cucina? Attacca una gomma da masticare sotto un piombino da pesca appeso a un filo e pesca il tuo gioiello. Una volta che si è attaccato alla gomma da masticare, sollevalo molto delicatamente.

appendiabiti per furetto

Il tuo gabinetto è intasato e non hai un furetto a portata di mano? Sacrifica un appendiabiti di metallo e ruotalo in modo che possa espellere il corpo estraneo che blocca il flusso.

Fa venire i brividi!

Le tue pipe si sono congelate… Presto, riscaldale per evitare che scoppino. Per fare questo, puoi circondarli di stracci imbevuti di acqua molto calda e strizzati (indossare guanti da cucina per non scottarti) oppure puntare un asciugacapelli nella parte ghiacciata del tubo. Attenzione, se è di plastica, non avvicinarlo troppo per non farlo sciogliere. E come misura preventiva, ricordatevi di versare una manciata di sale grosso nello scarico la sera, poco prima di andare a letto, per evitare che si formi la brina.

Una piccola spinta

Se non hai una ventosa a portata di mano per far uscire lo sporco, usa una pompa da spiaggia, come quella usata per gonfiare un materasso ad aria. Metti l’ugello nel lavandino e premi. La pressione dell’aria letteralmente “esploderà” lo zoccolo che lo sta ostruendo.

Un sifone operativo

Se hai avuto problemi a svitare il sifone del lavandino per rilasciarlo, considera la possibilità di spargere della vaselina su tutto il filo. Pertanto, verrà rimosso più facilmente se devi ripetere l’operazione.