Uno degli indicatori di una casalinga pulita è la pulizia della casa. Soprattutto in luoghi come la cucina e il bagno. Mantenere la pulizia lì tutto il tempo è davvero difficile, quindi solo le donne più abili possono farcela. Insomma, lì c’è sempre abbastanza lavoro.

Oggi toccherò solo una piccola parte delle premesse di cui sopra. In particolare i bagni, perché richiedono cure particolari.

Esistono molti modi su Internet su come pulire qualsiasi elemento decorativo dallo sporco. Ci sono anche materiali sulla placca in bagno. Tuttavia, non si sa di quale materiale sia fatta la vasca stessa. E questo, credetemi, è di grande importanza. Perché il prodotto sbagliato può addirittura rovinare il tuo rivestimento.

Facciamo chiarezza sul rivestimento del bagno:

Non utilizzare prodotti con particelle abrasive per pulire una vasca da bagno in acrilico. Quest’ultimo può danneggiare la superficie del rivestimento e lasciare graffi su di esso.

Le vasche da bagno in ghisa saranno più resistenti a tali forme di pulizia . Tuttavia, anche qui si verificano alcuni incidenti. Su tale superficie spesso compaiono microfessure e la superficie generalmente diventa opaca e ricoperta di placca. Ciò però non significa che la vasca da bagno debba essere buttata via. Anche questi contaminanti possono essere rimossi se ci si impegna abbastanza.

Gli impianti idraulici in ghisa possono essere lavati bene con un normale detersivo. Tuttavia, ci sono altre opzioni economiche che possono sicuramente garantire pulizia e lucentezza alla tua vasca da bagno.

Mancia:

Per la superficie di una vasca da bagno in ghisa è meglio utilizzare una miscela di bicarbonato di sodio e carbonato di sodio. Proporzione 1:1. Basta applicare il prodotto sulle pareti pre-bagnate della vasca. Lasciare agire il composto per 30 minuti, quindi pulire il tutto con una spugna e candeggina in polvere. sciacquare il tutto con acqua tiepida. È tutto!

Un altro rimedio essenziale è una combinazione di bicarbonato di sodio, detersivo liquido e aceto. Per prepararlo vi basterà mescolare tutti gli ingredienti in rapporto 2:2:1. Applicare la miscela sulle zone desiderate e lasciare agire per 20-30 minuti. Questo prodotto affronterà sicuramente anche la placca più difficile.

Aggiungere una descrizione

Parliamo ora della vasca da bagno in acciaio.

La vasca da bagno in ferro non è capricciosa come le opzioni precedenti, ma dovresti stare molto attento. Dopotutto, il rivestimento è sensibile anche alle alte temperature. Inoltre, non dovresti lavare un bagno del genere con polveri e prodotti contenenti particelle abrasive.

Lo sporco sulle pareti di un bagno metallico può essere facilmente rimosso con ammoniaca (1 cucchiaio) diluita con un bicchiere d’acqua. Applicare la composizione risultante su una superficie asciutta e lasciarla in queste condizioni per 10 minuti. Successivamente risciacquare il bagno.

E ora parliamo della capricciosa vasca da bagno in acrilico.

Puoi pulirlo con un normale dentifricio, che sicuramente non danneggerà la superficie. Applicare il prodotto sulle zone sporche e risciacquare dopo 30 minuti.

Anche l’aceto ti aiuterà. Tuttavia, in questo caso dovrai produrre una soluzione speciale. Mescolare l’aceto con l’acqua (1:2). Immergere degli stracci e coprire con essi le zone ingiallite. Dopo 2 ore, risciacquare completamente il bagno.

Conosci i problemi poveri? Come combattere la placca e l’opacità nella vasca da bagno?