Utilizzo da molto tempo i consigli della famosa ragazza giapponese Marie Kondo. Ha conquistato l’attenzione del pubblico con l’aiuto dei suoi libri su come mettere le cose in ordine e organizzare lo spazio.

Tutta la famiglia trascorre molto tempo in cucina. E se è grande, la cucina è costantemente ingombra, con tanti piatti sporchi, cibo e piccole parti varie che cambiano sempre posizione.

Tutto è minimo

Nonostante siamo costantemente pubblicizzati con vari accessori da cucina per facilitare vari compiti in cucina, Marie Kondo sostiene che il minimalismo è la regola fondamentale che dovrebbe essere in cucina.

Grazie al minor numero di articoli, mettere le cose in ordine è più semplice e veloce.

Capisco che questa regola significhi che non dovresti comprare cose inutili e non riempire la tua casa con vari articoli domestici aggiuntivi di cui puoi fare a meno.

Divisione delle zone e motivazione

Anche la strategia di Marie Kondo consiste nel dividere un appartamento o una stanza in più zone.

Quindi, per ciascuna zona, è necessario determinare un elenco di attività che dovranno essere eseguite ogni giorno. Dedica circa 20-30 minuti al giorno a questo. L’elenco delle attività può essere stampato su bellissimi pezzi di carta e appeso al frigorifero.

Quando completi ciascuna attività, devi selezionare una casella o un segno più. Ti motiverai a completare questi compiti, traendo gioia da ciò che fai.

Gioia e irritazione

Determina tu stesso quali oggetti portano gioia e ti piace usarli e vederli in cucina. E oggetti che francamente ti irritano. Potrebbero essere coltelli o forchette rotti, che per qualche motivo è un peccato buttare via. Articoli per la casa che hanno perso la loro funzionalità o sono semplicemente oggetti ingombranti che occupano troppo spazio e vengono utilizzati raramente da te.

Naturalmente, devi dire addio agli oggetti che causano irritazione. Vale anche la pena prestare attenzione a quegli articoli che sono intatti e funzionanti, ma non li usi e difficilmente li utilizzerai in futuro. Possono essere venduti o regalati ad amici o persone bisognose.

Souvenir e antiquariato

A volte la nostra cucina contiene oggetti che abbiamo ereditato dalle nostre nonne o addirittura dalle nostre bisnonne. Alcuni piattini, servizi da tè, bellissimi cucchiai. È un peccato buttare via questi oggetti perché conservano ricordi di persone ed eventi della vita.

Ma spesso giacciono in qualche cassetto lontano, che viene aperto solo occasionalmente, e sopraggiungono momenti di nostalgia.

Tali oggetti possono essere dati una seconda vita e trasformati in souvenir originali esponendoli in un posto ben visibile. Ad esempio, le tazze antiche possono essere utilizzate come vasi decorativi per piccole piante, come le viole.

Organizzazione degli spazi

Vari contenitori e scatole possono essere un acquisto importante per la tua casa. Puoi sceglierli nello stesso stile; saranno funzionali e allo stesso tempo decoreranno lo spazio.

Verso vari cereali, farine e altri prodotti sfusi in barattoli diversi nello stesso stile. Incollo sopra delle etichette con i nomi dei contenuti. Ciò rende molto più comodo navigare nello spazio.

Utilizzo da molto tempo i consigli della famosa ragazza giapponese Marie Kondo. Ha conquistato l

Organizzo lo stoccaggio di oggetti dello stesso tipo allo stesso modo. Le scatole del tè sono in un contenitore, i cucchiai in un altro, i coltelli in un terzo e così via. Questo semplifica enormemente la ricerca in cucina e la rende più ordinata.

Questi sono, a prima vista, semplici consigli, ma sono molto necessari.

Li uso a casa mia e aiuta davvero a ridurre la quantità di pulizie extra che devo fare.