Cosmetici solidi: una tendenza salutare

Cosmetici solidi: una tendenza salutare

Per preservare il pianeta e la nostra salute è essenziale modificare la nostra routine cosmetica. Iniziamo la nostra rivoluzione “green” dal bagno, una delle stanze che genera più rifiuti della casa.

I vantaggi dei cosmetici solidi

I cosmetici che non contengono acqua sembrano un gioco da ragazzi. La cosmetica anidra non riguarda infatti solo i prodotti solidi, ma bensì diverse forme. Molte galeniche non hanno acqua o ne hanno pochissima. Della galenica fanno parte le semplici saponette,  numerosi detergenti solidi  (shampoo, detergenti viso, ecc.), ma anche le polveri, dal borotalco al sapone o al dentifricio, fino alle ben più recenti polveri esfolianti.

Infine tutti i prodotti a base di oli e burri, come balsami e unguenti, struccanti o oli per il corpo. Tutti i marchi, dai più selettivi a quelli venduti nei supermercati, li propongono. Attenzione però, alcuni shampoo o detergenti solidi, soprattutto quelli ormai disponibili nei supermercati, contengono ancora acqua, anche se in quantità minore, il che  consente un prezzo inferiore .

cosmetico solido

Un concetto non così recente

Negli ultimi anni  sono in ascesa i cosmetici solidi , ma sapevate che si tratta in realtà di una sorta di ritorno alle radici dei cosmetici? Creme, sieri, shampoo liquidi e altri trattamenti a base acquosa furono infatti creati all’inizio del XX secolo. L’ industrializzazione dei cosmetici  ha consentito l’introduzione dell’emulsione, miscelando meccanicamente olio e acqua.

Tuttavia, la saponetta esiste da più di 3000 anni , i trattamenti a base di cera d’api fin dall’antichità, lo shampoo in polvere dal Medioevo e il trucco era a base di polveri metalliche (piombo, biacca, bismuto), minerali, spezie o frutta tritata fino all’inizio. del 20° secolo. Al contrario, i cosmetici senz’acqua di oggi mirano a essere un’alternativa pulita, sicura, ecologica ed economica ai  cosiddetti cosmetici tradizionali .

Formule pulite

“Waterless” fa parte della tendenza dei prodotti purificati. Senza acqua, è anche senza conservanti. Più acqua c’è in un prodotto, più è diluito. Sarebbe quindi necessario aggiungere ulteriori conservanti. E per una buona ragione, l’acqua è il mezzo preferito per lo sviluppo dei batteri e i nostri shampoo, creme, struccanti e altri gel doccia ne  contengono fino al 70 o addirittura al 90% . Senza acqua il rischio microbico è quasi pari a zero. Oli e burri, d’altra parte, hanno solo bisogno di antiossidanti per non irrancidire.

Attenzione però, questo non significa che questi prodotti siano sempre naturali o biologici. Esistono burri per il corpo contenenti paraffine, oli con siliconi, detergenti con solfati. È quindi necessario  guardare la lista degli ingredienti  (INCI) se si sceglie questa tipologia di prodotto perché si cerca la “bellezza pulita”.

Formule più attive

L’acqua purificata, componente principale delle formule classiche, è inerte. Di conseguenza, la maggior parte dei prodotti contiene solo il 10% di ingredienti realmente attivi. I prodotti solidi o in polvere, dal canto loro, sono composti solo dallo stretto necessario, dagli agenti e dagli ingredienti essenziali alla loro funzione ed efficacia. Inoltre, alcuni principi attivi molto instabili nelle soluzioni a base acquosa, come la vitamina C o il retinolo, si comportano molto meglio nelle formule anidri, come le polveri. Per quanto riguarda i balsami, che  contengono principalmente oli , cere e burri vegetali in perfetta affinità con il film idrolipidico della pelle, la loro quota di principi attivi può così raggiungere il 100%.

Economico ed ecologico

Il vantaggio principale di questi trattamenti è il loro basso impatto ambientale. Offerti sfusi o leggermente confezionati, riducono gli imballaggi eccessivi e l’inquinamento causato dalla plastica. Anche se alcuni richiedono un contenitore, come i deodoranti, le loro piccole dimensioni riducono il materiale utilizzato e l’impronta di carbonio.

Un detergente solido richiede quindi 20 volte meno energia per essere prodotto rispetto a un classico bagnoschiuma o shampoo. Risparmiamo spazio in modo significativo anche nel bagno e nella borsa da toilette. Il che li rende i prodotti portatili per eccellenza quando si viaggia o dopo aver lasciato la palestra. Infine, la loro concentrazione costituisce  un vantaggio economico . Un bagnoschiuma solido rappresenta, ad esempio, tre classici flaconi da 250 ml. Un sassolino equivale a due tubetti di dentifricio.

Hit enter to search or ESC to close.