Ecco perché non dovresti mai rimuovere le unghie finte da solo

Ecco perché non dovresti mai rimuovere le unghie finte da solo

Per essere belle fino alla punta delle unghie, alcune donne si rivolgono ad un salone di bellezza o ad un onicotecnico per applicare unghie finte in gel UV o resina acrilica e garantire la bellezza delle proprie mani. Ma se queste unghie artificiali offrono spesso risultati impeccabili che invogliano i più a ripetere l’esperienza, possono impedire alle unghie naturali di respirare e indebolirle. Quando la ricrescita delle unghie diventa evidente, alcuni decidono di rimuovere le unghie finte da sole, senza l’aiuto di un professionista. Attenzione però, la procedura comporta dei rischi notevoli come vedremo in questo articolo.

Quando l’unghia naturale ricresce sotto l’unghia in gel o resina, alcuni optano per un’otturazione, mentre altri decidono di rimuovere queste unghie artificiali. Per risparmiare tempo o denaro, possono decidere di togliersi le unghie finte da sole, a casa. Ma come sottolinea l’Agenzia francese per la sicurezza e i medicinali, ANSM, questa operazione non è priva di rischi.

Rischio di distacco dell’unghia

Le principali tecniche utilizzate dai professionisti per applicare le unghie finte sono la resina autoindurente, chiamata tecnica delle unghie scolpite, e il gel polimerizzante UV.

Unghie finte

Per riparare le unghie finte, i professionisti utilizzano prodotti chimici per indurire le unghie sotto una lampada UV.

Chiodi in resina acrilica

Come spiega l’ANSM, l’applicazione delle unghie finte deve essere effettuata sul bordo dell’unghia e sulle cuticole, senza coprirle per non staccare l’unghia naturale. Le persone autorizzate a compiere questo atto sono estetiste o coloro che hanno un certificato di onicologo.

Una cliente che sceglie il colore delle unghie artificiali

Ma proprio come l’applicazione delle unghie finte, anche la rimozione di queste unghie deve essere effettuata da professionisti.

Una manicure per avere unghie bellissime

«Grattare o strappare da soli l’unghia artificiale può infatti provocare il distacco dell’unghia naturale», precisa l’ANSM.

Inoltre, le unghie finte possono danneggiare le unghie naturali e renderle fragili e fragili a lungo termine. In questo senso le unghie artificiali vanno rimosse al massimo 3 o 4 mesi dopo e lasciate respirare le unghie per almeno un mese, come indicato dall’ANSM.

Come viene effettuata la rimozione delle unghie finte?

La rimozione comporta la rimozione delle unghie finte. Per rimuovere le extension in resina, ecco la procedura eseguita dai professionisti:

· Disinfettare l’attrezzatura necessaria

Il professionista inizia disinfettando l'attrezzatura

· Rimuovere la lunghezza dell’extension con un tagliaunghie per mantenere il materiale sulla lamina ungueale.

È necessario rimuovere la lunghezza dell'estensione

· Versare il solvente per unghie con acetone in una tazza in cui la cliente immerge la mano per circa venti minuti.

L'acetone aiuta ad ammorbidire le unghie in resina

· Rimuovere con attenzione le capsule

Le unghie naturali rimangono protette

· Utilizzare uno spingicuticole per rimuovere la colla in eccesso

È necessario idratare l'unghia dopo l'operazione

Per rimuovere le extension in gel la procedura è la seguente: 

  • Disinfettare l’attrezzatura necessaria
  • Archivia l’estensione prima di rimuoverla
  • Lima il resto dell’unghia
Lima l'unghia prima di rimuoverla
  • Lasciare uno strato sottile di gel per proteggere l’unghia.

Hit enter to search or ESC to close.