Quanto spesso dovresti lavarti i capelli?

Quanto spesso dovresti lavarti i capelli?

Spesso si tende a pensare che, per non danneggiare i capelli, sia importante ridurre il numero dei lavaggi. Tuttavia, i dermatologi sottolineano questa idea che è effettivamente un’idea ricevuta. Scopri quanto spesso dovresti lavarti secondo le rivelazioni degli specialisti. Spiegano anche qual è il vero metodo per lavare correttamente i capelli.

Determinare la giusta frequenza di lavaggio per ciascun capello è una questione essenziale per garantire una pulizia ottimale. Gli esperti dicono che i capelli vanno lavati quando necessario e quindi questo implica comprenderne meglio le esigenze. Anche se dipende dal tipo di capelli, è consigliabile lavarli molto più spesso di quanto si possa immaginare.

Lavati i capelli – fonte: spm

Dovresti lavarti i capelli ogni giorno?

“Lavare i capelli ogni giorno non dovrebbe essere un problema se si utilizzano i prodotti giusti. Tutto dipende dalle particolarità di ciascun tipo di capello. In generale, i capelli molto grassi dovrebbero essere lavati più frequentemente dei capelli asciutti», spiega Aurora Garre, responsabile marketing medico di un marchio di prodotti dermatologici.

Un lavaggio eccessivo dei capelli può rimuovere la barriera protettiva naturale del nostro cuoio capelluto mentre una frequenza insufficiente può rendere il materiale untuoso.

Ecco perché lo specialista ritiene necessario chiarire che “le preoccupazioni legate alla “pulizia eccessiva” sono infondate, sia oggettivamente che soggettivamente. “In una pubblicazione pubblicata quest’anno, è stato osservato che il grado di soddisfazione per lo stato dei capelli e del cuoio capelluto si ottiene dopo aver lavato i capelli da 5 a 6 volte a settimana”, sottolinea il dermatologo.

Si consiglia di lavare i capelli ogni 24-48 ore per mantenere una buona igiene del cuoio capelluto. Questo regime può essere dannoso solo in caso di capelli molto fragili o danneggiati da trattamenti termici, decolorazioni, trattamenti chimici o cuoio capelluto irritato. «In questo caso consigliamo una frequenza di lavaggio più bassa, tra le due e le tre volte a settimana», spiega il responsabile.

Capelli sporchi – fonte: spm

Gli effetti dannosi dello sporco sui capelli

Gli effetti dello sporco sui capelli sono aumento della secchezza, perdita di lucentezza, cuticole aperte e effetto crespo. Fattori esterni come l’inquinamento o particelle contaminanti possono addirittura alterare i capelli e provocarne la caduta. » afferma. Altri effetti come la desquamazione naturale o malattie specifiche del cuoio capelluto come la psoriasi o la dermatite seborroica o la produzione di sebo in eccesso possono essere conseguenze di un mancato lavaggio. Queste situazioni sono aggravate dalla proliferazione di alcuni batteri che aggravano lo sporco dei capelli», spiega lo specialista.

«Un lavaggio insufficiente comporta una riduzione della lucentezza e del volume oltre ad appesantire la fibra capillare», aggiunge un esperto.

«Ciò che accade durante l’applicazione dello shampoo, quando viene miscelato con acqua, è che i componenti tensioattivi, cioè i detergenti presenti nel prodotto, catturano lo sporco e il sebo accumulati in modo che vengano eliminati dal cuoio capelluto e dai capelli durante il risciacquo», spiega il dermatologo.

Lavare i capelli

In conclusione, secondo i dermatologi, i capelli vanno lavati quando “lo richiedono”, adattando cioè l’igiene capillare alle esigenze di ogni tipologia di capello e, soprattutto, evitando di utilizzare prodotti aggressivi o dannosi per il cuoio capelluto.

Districare i capelli bagnati – fonte: spm

Come lavare i capelli senza danneggiarli?

Non basta lavare i capelli tutte le volte indicate, è necessario seguire un metodo corretto. “È una parte così fondamentale della nostra routine di cura dei capelli che di solito non pensiamo se lo stiamo facendo bene o male”, dice il dermatologo, che spiega che questo ci porta a commettere errori. Ecco alcuni consigli per evitarli:

  • Districa i capelli quando sono bagnati. I capelli sono più fragili quando sono asciutti.
  • Lavare i capelli con acqua tiepida perché l’acqua calda può indebolire e/o irritare il cuoio capelluto e stimolare le ghiandole sebacee.
  • Applicare lo shampoo sull’attaccatura dei capelli, principalmente sulla parte superiore e posteriore della testa. Queste sono le zone dove si accumula più sebo. Terminare il lavaggio con un massaggio delle punte.
  • Le maschere per capelli richiedono pazienza (lasciarle in posa almeno 5-10 minuti su capelli sani e 20-30 minuti massimo su capelli secchi e/o danneggiati).

Hit enter to search or ESC to close.