Tabella: qual è il livello normale di pressione sanguigna alla tua età?

Tabella: qual è il livello normale di pressione sanguigna alla tua età?

La pressione alta, chiamata anche “pressione alta”, è un problema cardiovascolare molto comune che colpisce sia uomini che donne! Purtroppo, se non trattata… Questa patologia può nuocere gravemente alla salute di chi ne soffre! Indipendentemente dal tuo sesso e dalla tua età, in questo articolo condividiamo con te alcuni elementi esplicativi per sapere a cosa dovrebbe corrispondere idealmente la tua pressione sanguigna. Decifrazione!

Ipertensione arteriosa: definizione, sistolica e diastolica

Misura la tua pressione sanguigna

L’alta pressione sanguigna è semplicemente un aumento anomalo della pressione sanguigna sulle pareti delle arterie. Ci dispiace dirlo, ma è un disturbo che colpisce circa il 20% della popolazione adulta mondiale…

Nella maggior parte dei casi, questa pressione alta è detta “essenziale” , vale a dire che non esiste alcuna causa che ne spieghi la comparsa. Detto questo, ci sono alcuni fattori che causano questo disturbo di salute, tra cui l’invecchiamento naturale, perché provoca una diminuzione dell’elasticità delle arterie.

Tuttavia, per circa il 10% dei pazienti, l’ipertensione è la conseguenza di un’altra malattia ! In questo caso si parla di ipertensione “secondaria”, perché deriva o da una malattia renale, surrenale o neurovascolare, oppure da un’origine ormonale.

  1. Pressione arteriosa sistolica: definizione

Questa non è altro che la pressione nei vasi sanguigni quando il nostro cuore si contrae ! E come rivelato dalla National Library of Medicine , la pressione sistolica è la misurazione più alta della pressione sanguigna. È rappresentato dalla prima cifra di questo valore. Per capirlo meglio: supponiamo di avere una tensione di 13/8. Bene, il numero 13 sta per pressione sanguigna sistolica.

  1. Pressione diastolica: definizione

Per quanto riguarda la pressione diastolica, questa corrisponde alla pressione nei vasi sanguigni . Più precisamente, tra due battiti cardiaci, durante la fase in cui il nostro cuore si rilassa e si riempie! Ma a differenza della pressione sanguigna sistolica, la pressione sanguigna diastolica riguarda la misurazione più bassa della pressione sanguigna e quindi corrisponde al secondo numero di questa misurazione.

Ad esempio, supponiamo che tu abbia una pressione sanguigna di 13/8, il numero 8 è in realtà la pressione sanguigna diastolica.

In questo video, la dottoressa Michèle Darmon, medico di medicina generale a Enghien-Les-Bains, vi spiega in due minuti i valori corretti legati alla pressione sanguigna.
Pressione sanguigna normale nelle donne: valori medi della pressione sanguigna sistolica e diastolica (tabella)

Gruppi di età (femminili) Pressione arteriosa sistolica (mmHg) Pressione arteriosa diastolica (mmHg)
70 – 79 anni 128 70
60 – 69 anni 120 71
50 – 59 anni 116 72
40 – 49 anni 108 70
30 – 39 anni 105 69
20 – 29 anni 101 66

Pressione sanguigna normale negli uomini: valori medi della pressione sanguigna sistolica e diastolica (tabella)

Gruppi di età (uomini) Pressione arteriosa sistolica (mmHg) Pressione arteriosa diastolica (mmHg)
70 – 79 anni 123 70
60 – 69 anni 120 75
50 – 59 anni 118 78
40 – 49 anni 115 77
30 – 39 anni 111 74
20 – 29 anni 107 69

Uomini e donne: come diagnosticare l’ipertensione in un adulto?

Misura la tua pressione sanguigna

Per stabilire una diagnosi affidabile e prescrivere un trattamento su misura, il medico deve tenere conto di molti fattori, tra cui l’età del paziente, lo stile di vita, la dieta quotidiana e la sua storia medica.

Per informazioni :

Anche un giovane di 20 anni può avere la pressione alta ! Inoltre, come indica l’American Heart Association , tutti i giovani dovrebbero essere visitati regolarmente (almeno una volta ogni 2 anni) per rilevare l’ipertensione…

Il livello della pressione arteriosa subisce costanti variazioni a riposo

Può infatti cambiare ogni minuto, a seconda della postura adottata, del grado di stress, della mancanza di sonno o anche dell’attività fisica praticata. Per essere chiari, durante l’intervallo tra i battiti cardiaci , la pressione sanguigna diminuisce e il cuore è in modalità di riposo. Inoltre, quando il cuore batte, la pressione sanguigna aumenta.

Per un adulto di 20 anni, la pressione sanguigna normale è inferiore a 120/80 mm Hg, ovvero inferiore a 120 sistolica e inferiore a 80 diastolica. Devi sapere che negli Stati Uniti 1 adulto su 3 soffre di ipertensione. Questo è il motivo per cui i medici di solito raccomandano ai loro pazienti di monitorare la pressione sanguigna, molto prima che venga fatta la diagnosi di ipertensione.

Dovresti anche sapere che se si nota una volta la pressione alta, non significa necessariamente che una persona abbia la pressione alta. Se però rimane sopra i 140/90 mmHg, cioè 140 sistolica e 90 diastolica o più , è necessario monitorare il proprio stato di salute e iniziare un trattamento medico (oltre che una dieta adeguata).

Pressione alta: quali sono i rischi?

In assenza di cure specifiche e di una dieta equilibrata, la pressione alta può mettere a rischio la salute. Secondo un recente studio pubblicato su Archives of Internal Medicine, i ricercatori hanno seguito 2.000 anziani affetti da ipertensione e hanno confermato molti fatti . L’ipertensione, infatti, deteriora le arterie, i reni e tutte le funzioni vitali in generale. Se non trattata, può portare a insufficienza cardiaca o renale, ictus e altre malattie potenzialmente letali.

Generalmente l’ipertensione viene trattata con terapie aggressive : calcioantagonisti, ACE inibitori, nello specifico farmaci vasodilatatori o betabloccanti.

Ma i diversi trattamenti non possono essere applicati a tutti i casi di ipertensione, alcuni parametri vengono presi in considerazione per valutare questi trattamenti e il primo è l’età, perché una persona di 50 anni e una persona di 80 anni non reagiranno allo stesso modo ai trattamenti …

Qual è il trattamento per l’ipertensione?

Per trattare l’ipertensione, sono essenziali cambiamenti nella dieta e nello stile di vita (anche quando la pressione sanguigna è superiore a 140/90). Se la pressione sistolica del paziente è pari o superiore a 180 mmHg e la pressione diastolica è pari o superiore a 110 mmHg, è essenziale riposare per alcuni minuti. Se dopo alcuni minuti rimane invariato, consultare urgentemente un medico.

Solo perché hai una pressione sanguigna normale non significa che non dovresti farti controllare! Solo un’alimentazione sbilanciata abbinata alla mancanza di attività fisica è più che sufficiente a scatenare l’ipertensione.

Come misurare la pressione sanguigna a casa?

Per verificare se la tua pressione sanguigna rientra nell’intervallo normale, non è necessario andare dal medico! Tutto quello che devi fare è portarlo a casa. In realtà, questo è particolarmente utile per le persone con “ipertensione da camice bianco  ”; cioè un aumento della pressione sanguigna dovuto all’ansia di andare dal medico. Sì, ci sono molte persone che diventano ansiose quando si avvicina l’appuntamento con il medico!

Vuoi misurare la tua pressione sanguigna a casa? Segui la nostra guida!

  • Acquista un misuratore di pressione sanguigna progettato per essere fissato alla parte superiore del braccio. Le misurazioni effettuate utilizzando dispositivi fissati al dito o al polso non sono sempre così precise e affidabili.
  • Scegli un misuratore di pressione sanguigna che si gonfia automaticamente con un ampio display.
  • Opta per misuratori di pressione che condividono i risultati ottenuti con un’applicazione che puoi scaricare sul tuo smartphone. Questo ti aiuterà a monitorare la pressione sanguigna.
  • Nei 30 minuti precedenti la misurazione evitare di consumare bevande contenenti caffeina o alcol.
  • Sedersi comodamente su una sedia, con la schiena ben appoggiata allo schienale e senza accavallare le gambe, per almeno 5 minuti prima di misurare la pressione sanguigna.
  • Sostieni il braccio e mantienilo all’altezza del cuore.
  • Posizionare il bracciale per la pressione sanguigna sulla pelle nuda.
  • Durante la misurazione della pressione sanguigna, rimanere in silenzio e non muoversi.
  • Effettuare la prima misurazione, lasciare il bracciale in posizione e rimanere fermi, quindi effettuare la seconda misurazione. Se i risultati sono simili, calcola la media. Se i valori sono diversi effettuare una terza misurazione e calcolare la media dei tre dati ottenuti.
  • Tenere un diario e annotare il risultato ottenuto e l’ora del giorno in cui è stata effettuata la misurazione.

FAQ

Lo standard mmHg: quando la pressione sanguigna diventa pericolosa?

Molti di noi si chiedono quando dovremmo preoccuparci della nostra pressione sanguigna. Infatti, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS ), a una persona viene diagnosticato un problema di ipertensione quando, in giorni diversi, la sua pressione arteriosa diastolica è maggiore o uguale a 90 mmHg e la sua pressione arteriosa sistolica è maggiore o uguale a 140 mmH g.

Uomini e donne: qual è la pressione normale dai 20 ai 29 anni?

Per un uomo di età compresa tra 20 e 29 anni , la pressione sanguigna ideale è: 107/69 mmHg.

Per una donna di età compresa tra 20 e 29 anni , la pressione sanguigna ideale è: 101/66 mmHg.

Uomini e donne: qual è la pressione ideale dai 70 ai 79 anni?

Per un uomo di età compresa tra 70 e 79 anni , la pressione sanguigna ideale è: 123/70 mmHg.

Per una donna di età compresa tra 70 e 79 anni , la pressione sanguigna ideale è: 128/70 mmHg.

La tensione 15-9 è tanta?

Come riportato da Europe1, per mantenere una pressione sanguigna sana , si consiglia di avere una misurazione inferiore a 14/9 e superiore a 10/7. Se la pressione sanguigna è inferiore a 10/7, si parla di ipotensione e rischio di disagio vagale. Al contrario, se supera i 14/9, significa che è probabile che la persona soffra di ipertensione. Quindi, come avrete sicuramente capito, una pressione arteriosa pari a 15,9 corrisponde chiaramente ad ipertensione.

Quale mutua scegliere per i vostri rimborsi sanitari?

Un anziano (una persona di età superiore ai 60 anni) può soffrire di pressione alta più facilmente di una persona più giovane. È normale, quando invecchiamo compaiono molti disturbi che prima ci erano estranei. Per poterti curare correttamente e al miglior prezzo , devi optare per la mutua senior. Queste mutue offrono garanzie aggiuntive che vi permetteranno di essere rimborsati nel miglior modo possibile per l’insieme delle vostre cure.

Hit enter to search or ESC to close.